1 Maggio 1994

È da qualche giorno che vorrei scrivere un articolo prendendo spunto da una foto, ma ogni volta che la guardo semplicemente non riesco a trovare le parole giuste da incastrare una dietro all’altra, sono i ricordi che mi tornano alla memoria che mi bloccano o peggio ancora mi lasciano muto.

Direi di iniziare pubblicando la foto poi chissà che qualcosa venga alla luce… Già la luce…

La luce è il sentiero che hai imboccato quel giorno funesto in quella curva… È come se tu avessi visto un bagliore o forse una scintilla ed hai deciso di seguirla.

Perchè devi sapere che lo sento che è andata così, ed ogni volta che chiudo gli occhi io ti vedo che fai quella curva e prosegui sul circuito di Imola e te ne vai indisturbato senza che nessuno dei tuoi avversari riesca a raggiungerti.

E ti vedo mentre tagli il traguardo vittorioso e poi sul gradino più alto del podio rilassato e disteso ad assaporare quel momento.

Io ti vedo e sono in mezzo a migliaia di tifosi che come me sono lì a rendere omaggio al campione e all’uomo, che ancora una volta ha dimostrato di essere il migliore.

È così che è andata vero? Ci hai fregati tutti quanti, noi qui a piangere la tua scomparsa, tu invece stai ancora correndo e stai vincendo da qualche altra parte, forse nell’Olimpo dei grandi campioni che poi è il luogo perfetto per il fenomeno che tu sei stato, anzi scusami… Per il fenomeno che tu sei!

Sai che faccio? Ora chiudo gli occhi perchè voglio vedere una delle tue magie.”

Ecco forse queste sono le parole che avrei voluto dire, boh non lo so può darsi, sicuramente sono le parole di uno che era ed è tuttora un tuo grande fan, e che quel giorno era lì ed ha visto con i suoi occhi la tua vita spezzarsi per sempre, ed anche ora che scrivo una stretta al cuore e un moto d’emozione mi assale in maniera perentoria.

C’è solo un’ultima parola che voglio dirti e poi prometto che la finisco qui:

“Grazie”

16 pensieri riguardo “1 Maggio 1994

  1. non ero una sfegatata della F1 ma quel giorno ero in casa a guardare la corsa in tv. poi l’accaduto e un pianto straziante come se mi fosse morto un fratello. Forse perchè nella sua grandezza è sempre rimasto una persona semplice, con quello sguardo perennemente malinconico che mai dimenticherò. Da allora non ho più seguito un gran premio. Quel grazie lo condivido di cuore.

    "Mi piace"

  2. Il tuo amore è degno del rispetto di tutti che come te soprattutto sentono il
    Vuoto che ha lasciato. Perché come Gilles Villeneuve… anche lui era un “eletto” della F1😞 gli eletti… ascendono … mi consolo così.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.